IusFarma - Osservatorio di Diritto Farmaceutico

Attenzione ad Antigone in farmacia

Iusfarma: strillone che annuncia informazioni riguardanti la farmacia

Si legge sulla stampa di categoria la notizia che il Tribunale di Gorizia con sentenza del 15.12.2016 ha assolto la farmacista accusata di reato di omissione o rifiuto di atti d’ufficio perché, in qualità di collaboratrice presso la farmacia comunale, durante un turno di notte si era rifiutata di consegnare il farmaco Norlevo, cioè la cosiddetta pillola del giorno dopo, nonostante le fosse stata resa disponibile la relativa ricetta medica ove vi era espressamente disposta l’assunzione del farmaco nella stessa giornata.

Quale sia la portata dell’art. 3 della legge 362/1991: Trasferimento incompleto e strascichi penali

Se una farmacia, trasferendosi in nuovi locali autorizzati, lascia una parte dei medicinali nei locali di provenienza usandoli come deposito, non incorre nei fulmini dell’art. 3 della legge 362/1991, secondo il quale “chiunque apre una farmacia o ne assume l’esercizio senza la prescritta autorizzazione è punito con l’arresto fino a un mese e con l’ammenda da Lire cinque milioni a Lire dieci milioni”. Così ha stabilito il Tribunale di Busto Arsizio con la sentenza n. 945 dell’8 giugno – 5 agosto 2015.

Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.