IusFarma - Osservatorio di Diritto Farmaceutico

Non esiste il galenico magistrale "abnorme"

Foto di mortaio e contenitori farmaceutici, IusFarma

Nel dicembre dell’ormai lontano 2009 era stata depositata una sentenza del Tribunale di Novara – Sezione di Borgomanero che aveva molto impensierito il mondo della farmacia ed in particolare dei farmacisti preparatori perché aveva condannato uno di loro alla non lieve pena di due anni e dieci mesi di reclusione avendolo riconosciuto colpevole di aver allestito galenici magistrali “abnormi”.

Il valzer dell’art. 37: L’annotazione del prezzo sulla ricetta è obbligatoria solo per preparazioni galeniche

Il Consiglio di Stato ha preso posizione per la terza volta sulla interpretazione dell’art. 37 del Regolamento approvato con RD 30.9.1938 n. 1706; la prima volta - nel 2009 – affermò che l’obbligo di annotare il prezzo sulle ricette si riferisce ai soli galenici magistrali; la seconda volta – nel 2011 – sostenne che l’obbligo vale anche per i medicinali di produzione industriale; la terza volta – nel 2015 – è tornato sui suoi passi ed ha ribadito che l’obbligo riguarda soltanto i medicinali allestiti in farmacia.

Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.